diari di un hamburger 116-119

116

 

dopo essere usciti a pranzo insieme io e il ragazzo hamburger non ci siamo più parlati per un po’. sembrava che la vita avesse ripreso a scorrere normalmente.

lui continuava a essere al centro dell’attenzione. anche durante l’ora di ginnastica era il perno attorno a cui ruotava la sua squadra; era un asso perfino a pallavolo.

quanto a me mi limitavo a osservarlo dal mio piccolo angolo di mondo.

chissà se erano gli hamburger a dargli quell’energia?

 

117

 

i miei non erano certo ricchi. non avevo molti soldi miei, quindi di uscire di nuovo a pranzo con gli altri non se ne parlava.

che gli altri fossero usciti di nuovo o no, cercavo di non pensarci.

il motivo era che quella volta mi ero divertita. anche se era dura ammetterlo.

volevo uscire di nuovo, ma non riuscivo a farmi avanti.

mi sa non volevo cedere alla debolezza di dipendere da qualcuno.

 

118

 

fino a quel momento avevo vissuto sempre per conto mio. tutte le mie riflessioni, esperienze, sentimenti… visto che non avevano uno sfogo continuavano ad accumularsi da qualche parte dentro di me, appesantendomi.

era il mio destino continuare a lanciare sassi in mare?

 

119

 

cosa significa provare un sentimento? cosa vuol dire sentirsi attratti da un’altra persona?

io volevo senz’altro affidarmi a qualcuno… più di ogni altra cosa, forse. ma come si fa, in pratica, ad affidarsi a qualcuno?

forse è la stessa sensazione che lasciarsi cadere. lasciarsi cadere… con la certezza che ci sarà qualcuno ad afferrarti le spalle.

per quanto mi riguarda era una vita intera che continuavo a cadere. cadevo… continuamente, senza rialzarmi mai.

ero io quella persona, l’unico essere umano che fossi abituata a conoscere.

ero debole, non riuscivo a farmi avanti, ed esprimere i sentimenti era impossibile. erano chiusi da qualche parte dentro di me, non volevano saperne di uscir fuori.

“se fossi diversa le cose cambierebbero”, mi sono detta.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s